La festa di San Martino a Venezia

By in ,
176
La festa di San Martino a Venezia

Lo sapevate che i bambini veneziani festeggiano il loro Halloween dal XVI secolo!?! No, che avete capito? Niente di pauroso, niente fantasmi, mostri o streghe, ma sempre legato a…dolcetto o scherzetto! E’ la Festa di San Martino!

Forse Novembre non è il periodo più invitante per visitare Venezia ma anche questo mese ha il suo fascino: certo le giornate sono più corte, spesso la città è immersa in una fitta nebbia che rende l’atmosfera irreale, a volte misteriosa, dove i suoni risultano ovattati. L’ideale per una festa….rumorosa!

Se siete a Venezia l’11 Novembre, sarà facile imbattersi in gruppi di bambini lungo le strade, accompagnati dai loro genitori o dai loro maestri. Entrano nei negozi facendo un rumore assordante con mestoli e padelle, cantando questa filastrocca in dialetto veneziano:

San Martin xe ‘ndà in sofita 

A trovar ea so novissa

E a so novissa no ghe gera

San Martin casca par tera

E col nostro sachetin

Cari signori xe San Martin                 

Fora el soldin!                                            

Naturalmente non ricevono soldi veri, bensì caramelle e cioccolatini che i commessi dei negozi sono felici di dispensare in abbondanza pur di fermare il gran baccano! Potremmo definire l’11 di novembre una specie di Halloween locale ma senza la parte “paurosa”!

 

Festa san Martino venezia

 

Ma non è tutto: quando i bambini tornano a casa vengono accolti da un profumo delizioso che esce dal forno…è il dolce di San Martino che si mangia in questa giornata così speciale. Si tratta di una specie di grande biscotto fatto di fragrante pasta frolla, coperto con una glassa di zucchero colorato o di cioccolato fuso su cui si appiccicano caramelle, smarties, liquirizia, cioccolatini e più ne ha più ne metta.

Se visitate Venezia all’inizio di Novembre , non vi stupirà vedere questo dolce in tutte le pasticcerie e i panifici che si rispettino! E va da sé, noi vi incoraggiamo a mangiarne in abbondanza e – perché no? – a portarne a casa uno come souvenir per i vostri amici, che tanto il San Martino è buono quasi fino a Natale!!

 

San MArtino Venezia

Questo dolce speciale ha la forma di un cavaliere a cavallo proprio per commemorare Martino, un soldato romano che decise di tagliare a metà il suo mantello per dividerlo con un mendicante perché potesse ripararsi dal freddo. Ma la storia non finisce qui: la notte seguente Martino sognò Gesù vestito con la metà del suo mantello che ritrovò perfettamente integro  il mattino dopo. Fu così che Martino decise di diventare cristiano e raggiunta l’età di 40 anni, si dedicò alla lotta alle eresie per diventare infine vescovo di Tours.

 

 

Secondo la leggenda, dopo aver aiutato il povero mendicante, il gelo invernale si mitigò improvvisamente tanto che a Venezia, riferendosi ai primi giorni di novembre, si parla  proprio dell’“Estate di San Martino” perché ci si aspetta sempre una tregua dal freddo.

 

Ecco un’altra buona ragione per visitare Venezia con i bambini anche in autunno!